FLORA UMANA mostra fotografica

4a

FLORA UMANA
di Federica Porro e Celina Dzyacky
mostra fotografica
Biblioteca dell’Orto Botanico
Via Sant’Epifanio 14

16 settembre – 21 ottobre 2017

Elencazione, descrizione, classificazione del mondo vegetale e dello spirto umano. Immagini e testi collaborano in questa mostra fotografica allestita dal 16 settembre al 21 ottobre presso la Biblioteca dell’OrtoBotanico per costruire un dialogo tra due mondi apparentemente molto distanti: il mondo misterioso e silenzioso delle piante e il mondo caotico e burrascoso degli uomini. Federica Porro e Celina Dzyacky mostrano come in realtà queste due identità, quella vegetale e quella umana abbiamo molti punti di unione e come la realtà naturale non solo possa essere specchio di quella umana ma anche guida nel percorso di crescita dell’individuo. Lo studio del mondo naturale come strumento per conoscere l’animo umano. La costruzione di un nuovo sguardo sulla natura è portato avanti utilizzando due media diversi, la fotografia e la scrittura. Alle immagini e alle parole verrà affiancata una composizione musicale creata per questo progetto da Celina Dzyacky.
La mostra si suddivide in due spazi, il primo collocato all’interno della biblioteca dell’orto botanico, mostra una sequenza di ritratti floreali eseguiti dalla fotografa Federica Porro. Il ritratto, rappresentazione figurativa caratteristica e caratterizzante dell’individuo, cerca di riprodurne le sue sembianze esteriori e la psicologia; da millenni l’uomo utilizza questa tecnica nel tentativo di creare delle immagini di sé che più corrispondano alla realtà. La stessa idea di ritratto viene qui estesa al mondo delle piante: nella successione di ritratti ogni fiore assume caratteristiche proprie e particolari, in questo modo viene a crearsi una particolare e unica personalità. Colmando la distanza tra ritratto umano e ritratto vegetale, le fotografie permettono all’osservatore di dialogare con il passato, con emozioni e sensazioni.
Nella seconda parte della mostra avviene l’unione tra fotografia e scrittura: le due artiste utilizzano questi media per indagare in modo più profondo il rapporto tra uomo e natura. Si crea così un percorso immaginario compiuto dall’uomo alla scoperta del mondo vegetale che lo circonda: in un primo momento ne è impaurito e i suoi passi sono incerti, ma ottenendo una conoscenza maggiore di questo mondo, diventa possibile un’unione: inserito in armonia nel mondo vegetale l’uomo ne percepisce la forza, il valore e l’importanza. Poesia e fotografia, metafore della realtà, sono misteriose e intime, nella loro oscurità è possibile scorgere una luce profetica che mostra la potenza del messaggio leggibile nella natura.

Orari estivi 2017

Queste le chiusure e le variazioni di orario delle biblioteche nel periodo estivo:

Biblioteca Sarà chiusa nel periodo:
BDS Fisica 14/8-25/8 (dal 31/07 al 01/09 chiude alle 16:30)
BDS Chimica 31/7-28/8
BST Tamburo 14/8-25/8 (dal 31 luglio al 1 settembre chiude alle 17:00. Ingresso dall’atrio della segreteria studenti)
BST Botta 2 7/8-1/9 (dal 31/07 al 04/09 chiude alle 17:00)
BST Orto Botanico 31/7-25/8

Auguriamo buone vacanze a tutti!

summer-814679_960_720

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

venerdì 14 luglio: Concerto JAZZ

L’Area Beni Culturali, in collaborazione con l’Istituto di Studi Musicali “Franco Vittadini” , propone in occasione di “Porte Aperte”:

venerdì 14 luglio 2016
CONCERTO JAZZ
ore 16:30
Cortile delle Magnolie
Università Centrale

Altre attività proposte per il 14 luglio dalle Biblioteche e dall’Orto Botanico:

Vedi attività culturali

 

Vittadini_corretto

“Il giardino è aperto” – Visita guidata alla mostra in compagnia dell’artista.

 

rid _MG_6556

venerdì 14 luglio
ore 10:30
Orto Botanico
Via S. Epifanio 14

prenotazioni

Venerdì 14 luglio l’artista Alessandra Angelini sarà presente all’esposizione allestita presso la Biblioteca dell’Orto Botanico di Pavia per raccontare il percorso interiore che l’ha condotta alla progettazione del suo libro d’artista e parlare delle scelte tecniche che ne hanno determinato la forma, i contenuti, la scelta del colore e i materiali.

La mostra sarà aperta dalle 9:00 alle 12:30 e, eccezionalmente, anche al pomeriggio dalle 14:00 alle 15:30 circa, in occasione della visita all’Orto Botanico organizzata per i visitatori di Porte Aperte 2017.
Non perdete, alle ore 16:30, il Concerto Jazz nel Cortile delle Magnolie.

Il libro, esposto in mostra insieme a fotografie, disegni, e materiale preparatorio di varie tipologie, racconta, attraverso la perfetta unione di opere grafiche originali e testi inediti, il giardino di Vico Morcote sul lago di Lugano che l’ex diplomatico inglese (forse anche agente segreto) Sir Peter Smithers progettò, costruì e curò negli ultimi vent’anni della sua lunga e vivace esistenza. Dalla scelta del formato alla preziosità della carta, dal particolare ritmo anche visivo dato al testo di Paolo Cottini al grande equilibrio compositivo tra interventi artistici e costruzione tipografica, ogni dettaglio del libro rivela un’intima corrispondenza con la vita straordinaria di Peter Smithers e del suo giardino.

Alessandra Angelini ha infatti pensato e costruito il libro come un’architettura-giardino da esplorare in tutte le sue forme. Sarà lei stessa a raccontarci come a seguito di un’attenta analisi dei testi di Cottini – che ha avuto l’occasione di frequentare Sir Peter Smithers e il suo giardino – e di numerose visite compiute in prima persona al giardino di Morcote, abbia realizzato una ampia serie di opere grafiche, disegni preparatori a inchiostro di china, fotografie ed elaborazioni al computer  che hanno in seguito dato luogo alla creazione del volume.

Per informazioni sull’evento scrivete a bst@unipv.it.

 

Mostra “Il giardino è aperto”

Sabato 17 giugno è stato presentato all’Orto Botanico il libro d’artista “Il giardino è aperto”, 50° edizione dei Cento amici del Libro, nato nel 2015 dall’incontro tra l’artista Alessandra Angelini e lo scrittore e storico dei giardini Paolo Cottini.

Il libro, e le tecniche di incisione che sono state utilizzate per la sua realizzazione, diventano i protagonisti della mostra omonima “Il giardino è aperto”, allestita presso la Biblioteca dell’Orto Botanico,

IL GIARDINO E’ APERTO
MOSTRA
Biblioteca dell’Orto Botanico
Via S. Epifanio 14

orari mostra: lun-ven 9:00-17:00 ven 9:00-12:00
fino al 16 luglio

vedi visite guidate 14 luglio

Il libro racconta, attraverso la perfetta unione di opere grafiche originali e testi inediti, il giardino di Vico Morcote sul lago di Lugano che l’ex diplomatico inglese (forse anche agente segreto) Sir Peter Smithers progettò, costruì e curò negli ultimi vent’anni della sua lunga e vivace esistenza. Dalla scelta del formato alla preziosità della carta, dal particolare ritmo anche visivo dato al testo di Paolo Cottini al grande equilibrio compositivo tra interventi artistici e costruzione tipografica, ogni dettaglio del libro rivela un’intima corrispondenza con la vita straordinaria di Peter Smithers e del suo giardino.

Per la creazione delle opere contenute nel libro, Alessandra Angelini ha scelto l’incisione di matrici fotopolimeriche e le xilografie a secco: tecniche e linguaggi grafici capaci di esprimere il personaggio di Sir Smithers e il suo stretto legame con il giardino, inteso come luogo naturale e metafora della vita, che l’artista ha saputo sapientemente interpretare attraverso il suo operato: l’artista infatti ha pensato e costruito il libro  come un’architettura-giardino da esplorare in tutte le sue forme.

 L’incisione di matrici fotopolimeriche, grazie ai suoi aspetti tecnologici e al contempo profondamente creativi, ha permesso di trasformare in segno grafico le fotografie e i disegni realizzati en plein air,  unendo immagine fotografica e disegno in un processo di ibridazione estremamente coinvolgente.

Le xilografie a secco, pensate come memoria della componente materica della natura, accompagnano tutte le pagine del libro, dando ritmo alle immagini e agli scritti. Il colore bianco e verde delle pagine e dei testi si illumina di passaggi talvolta lievemente iridescenti.

Alessandra Angelini, a seguito di un’attenta analisi dei testi di Cottini – che ha avuto l’occasione di frequentare Sir Peter Smithers e il suo giardino – e di numerose visite compiute in prima persona al giardino di Morcote, in diversi periodi dell’anno, durante la preparazione del libro ha realizzato una ampia serie di opere grafiche, disegni preparatori a inchiostro di china, fotografie ed elaborazioni al computer rappresentative delle fasi preparatorie ed esecutive, esplicativi del percorso creativo del libro, esposti in mostra accanto ad un esemplare del libro stesso.

La scelta del formato del libro, stampato al torchio da Daniela Lorenzi – A14, Milano, e legato a mano da CBdA di Cristina Balbiano d’Aramengo, corrisponde al rapporto aureo tra i lati ed è un omaggio alla lezione etica ed estetica che Sir Smithers ha trasmesso: Armonia e Bellezza, come le piante e i fiori, sono in grado di trasformare la quotidianità nel giardino aperto dei nostri sogni.

Ad accompagnare il libro d’artista è stata editata una plaquette bilingue italiano/inglese con testi di Alessandra Angelini, Francesca Porreca, Laura Tirelli, Patrizia Caccia, Cecilia Angeletti e il testo di Paolo Cottini con la traduzione inglese di Amelia Smithers, figlia del fondatore del giardino di Vico Morcote.

Durante il periodo di apertura della mostra, Alessandra Angelini organizzerà un workshop di incisione e stampa a mano all’interno dell’Orto botanico.

Per informazioni scrivete a bst@unipv.it
Vedi il calendario delle attività culturali presso l’Orto.