UNA RECENSIONE AL GIORNO…

Recensione a cura di Tania

BRUNO SCARPA, ROBERTO COPPARONI

EDUCAZIONE ALIMENTARE

Di Renzo Editore

1996

Educazione Alimentare è un libro che si propone di affrontare, in chiave sanitaria, alcune delle tematiche nutrizionali ancora oggi fortemente dibattute, in particolare modo quelle relative all’alimentazione, alla salute, alla dietetica e ai regimi ipocalorici.

L’impronta conferita al testo, come spiega Romano Mirabelli (Direttore Generale del Dipartimento Alimenti, Nutrizione e Sanità Pubblica Veterinaria del Ministero della Sanità) nella prefazione, è educare, ma soprattutto sensibilizzare la popolazione al problema, «[stimolando ad adottare] una dieta in linea con le raccomandazioni nutrizionali e con i propri bisogni fisiologici, […] senza che ciò incida, in senso proporzionalmente favorevole, sull’idoneità del suo comportamento».

L’obiettivo prefissato dagli autori viene introdotto e poi ampiamente descritto attraverso una sapiente strutturazione del testo, che ha permesso di affrontare passo dopo passo le problematiche e le metodologie finalizzate all’introduzione di un’alimentazione quotidiana sana e corretta, basata su un modello alimentare definito da generali obiettivi nutrizionali e sanitari. Il raggiungimento di questi obiettivi è risultato essere strettamente dipendente dal livello di educazione alimentare della popolazione, correlata a sua volta all’aspetto salutistico, al suo mantenimento e al suo progressivo miglioramento. Una delle sezioni di maggior interesse trattate all’interno della pubblicazione infatti, risulta essere proprio quella incentrata sulla relazione alimentazione-salute. Dopo una rapida, ma dettagliata presentazione delle malattie provocate da abitudini alimentari scorrette, gli autori hanno dedicato particolare attenzione alle diverse sostanze che agiscono negativamente sulla fisiologia umana. Al fine di sviluppare un “approccio più consapevole alle scelte alimentari”, Scarpa e Capparoni si sono spinti sino all’analisi delle singole tabelle nutrizionali apposte ai cibi, non ancora obbligatorie per tutti gli alimenti, ma sicuramente importanti e interessanti da conoscere (i due autori hanno colto l’occasione per offrire al lettore un’interessante digressione sull’aspetto legislativo del problema).

Nei capitoli successivi poi, sono state dedicate diverse sezioni al tema dell’eccesso e relative estremizzazioni, trattati in chiave strategica per fornire al lettore un approccio metodologico al problema e un orientamento alla risoluzione serio e professionale. Cornice a quanto esposto dai due autori, è un sapiente inquadramento storico, che ha permesso di tracciare l’evoluzione dello stile alimentare italiano e le conseguenze che le varie trasformazioni hanno apportato nella società e nella psicologia del consumatore, aspetto oggigiorno non trascurabile.

La strutturazione lucida e razionale della pubblicazione permette una facile lettura e comprensione degli argomenti trattati, rendendo il testo un utile strumento sia per gli “operatori sanitari” sia per i profani. Unico aspetto negativo da rilevare, è la carenza di materiale fotografico e illustrativo, anche se schemi, tabelle e allegati sopperiscono la lacuna, presentandosi come validi ausili al recepimento delle nozioni esposte.

Il libro è consultabile e disponibile al prestito presso la sezione di Chimica della Biblioteca Delle Scienze.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...