ANDREA ALBINI, Machina Mundi. L’orologio astronomico di Giovanni Dondi

albini

Come è possibile che un conosciuto medico medievale sia stato anche l’autore del testo tecnico più importante della sua epoca? Perché, riprendendo una tradizione di famiglia, questo medico spese molti anni della propria vita a creare un complesso orologio astronomico-planetario? Come mai fin dagli albori dell’orologeria meccanica furono fabbricate complesse macchine che riproducevano i moti celesti? E per quale ragione i potenti del Medioevo si mostrarono così interessati ad esse?
Ripercorrendo la storia di Giovanni Dondi nell’Italia Settentrionale del Trecento, dall’Università di Padova al castello di Pavia, nonché la costruzione del suo celebre Astrario e le vicende dello stesso fino alle riproduzioni più recenti basate sui manoscritti che lo descrivevano, questo libro offre l’immagine di un periodo particolare della storia nel quale la tecnologia si apprestava a diventare un fattore importante per lo sviluppo occidentale: un momento in cui il sapere medico e scientifico europeo dipendevano dalla tradizione ellenica filtrata attraverso la civiltà islamica, e le corti dei signori vedevano nell’astrologia uno strumento strategico di controllo del potere.

In questo testo Andrea Albini, docente presso l’Università degli Studi di Pavia, specializzato in saggi sulla storia della scienza, propone una ricostruzione dettagliata degli eventi storici che hanno caratterizzato l’evoluzione di questo curioso oggetto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...