Conferenza “La Biodiversità nei giardini”

Oggi alle ore 15, per serie “Bioovario”, il dott. Paolo Cauzzi.  ci parlerà di Biodiversità nei giardini.

Bioovario è un progetto promosso da ARVIMA e Associazione Amici dell’Orto Botanico, con il sostegno della Biblioteca della Scienza e della Tecnica e della Biblioteca delle Scienze.

LOCANDINA 11-02- 2020

Per il programma completo e dettagli sul progetto leggi qui

“BIOOVARIO Scopri la Biodiversità”

biovario

La Biblioteca Delle Scienze e la Biblioteca della Scienza e della Tecnica vi invitano a partecipare al ciclo di Seminari “Scopri la Biodiversità”, promosso dall’Associazione Amici dell’Orto Botanico e dalla Civica Scuola d’Arte Arvima, con il sostegno della Biblioteca Delle Scienze e della Biblioteca della Scienza e della Tecnica:

  • 28 Novembre h.15,00 “La Biodiversità delle piante” Prof.Francesco Bracco, Direttore Orto Botanico, presso Istituto Agrario Gallini Voghera
  • 5 Dicembre h.15,00 “La Biodiversità dei funghi nelle forme e nei colori” Dott.sse Lidia Nicola e M. Elisabetta Temporiti, presso Orto Botanico Pavia
  • 11 Dicembre h.15,00 “La Biodiversità dei macromiceti e ispirazione alla creatività artistica” Prof.ssa Elena Savino, presso Orto Botanico Pavia
  • 15 Gennaio h.15,00 “La Biodiversità degli animali” Prof. Giuseppe Bogliani, presso Orto Botanico Pavia
  • 23 Gennaio h. 15,00 “Genetica e biodiversità umana” Dott.ssa Ornella Semino, presso la sede di Arvima Pavia
  • 6 Febbraio h.15 “La Biodiversità delle risposte ecofisiologiche” Dott. Mirko Granata e Dott.ssa Rosangela Catoni, presso Istituto Agrario Gallini Voghera
  • 11 Febbraio h.15,00 “La Biodiversità nei giardini” Dott. Paolo Cauzzi, presso Orto Botanico Pavia
  • 20 Febbraio h.15,00 “La Biodiversità degli organismi acquatici
    e specie aliene” Dott.Daniele Paganelli, presso Orto Botanico Pavia
  • 5 Marzo h.15,00 “La Biodiversità del paesaggio vegetale: habitat e vegetazione”
    Prof.ssa Silvia Assini, presso Orto Botanico Pavia
  • 12 Marzo h.15,00 “Biodiversità di licheni e muschi” Dott. Gabriele Gheza, presso Orto Botanico Pavia
  • 19 Marzo h.15,00 “La Biodiversità nell’agroecosistema” Prof.ssa Maura Brusoni, presso Orto Botanico Pavia
  • 24 Marzo h.15,00 “La Biodiversità delle piante coltivate” Dott. Nicola Ardenghi, presso Orto Botanico Pavia

L’IDEA
Tutelare e promuovere la biodiversità è un interesse condiviso in tutto il pianeta, senza distinzioni di tipo etnico, sociale o politico. Questo progetto integrato è promosso da Arvima, scuola civica d’arte, con Università di Pavia-Orto Botanico e dipartimento di Scienze della terra, e si avvale dell’apporto qualificato di esperti, docenti e artisti.
Il progetto sceglie l’arte e la scienza come veicoli privilegiati di promozione della biodiversità, rivolgendosi direttamente a una platea molto vasta, in particolare a giovani e mondo della scuola.
GLI OBIETTIVI
La varietà biologica e l’equilibrio degli ecosistemi sono un patrimonio che va preservato a livello globale e locale. Studiare la biodiversità significa dunque comprendere le specificità del territorio, proteggendo la natura sul piano scientifico-biologico
ma anche estetico-culturale. Se la biodiversità è qualità e bellezza della vita, allora può essere conosciuta, studiata e promossa attraverso due canali privilegiati: l’arte e la scienza.
GLI STEP
Il progetto si articola in due fasi, una di studio e approfondimento, l’altra di semina e produzione. La prima fase è un indispensabile momento propedeutico di analisi, dedicato anche alle specificità del territorio pavese. La seconda fase consiste nella produzione di quanto è stato messo a fuoco nei seminari e infine nella “semina”.
Con il patrimonio di conoscenze acquisite si passa quindi alla produzione artistica ed espressiva, con la realizzazione di elaborati variamente declinati a seconda dei diversi
percorsi didattici. Esito finale di questo lavoro l’attività di “semina”, con mostre e incontri rivolti a sensibilizzare più persone possibile e incoraggiare buone pratiche diffuse capaci di generare a loro volta comportamenti virtuosi.

RisvegliAmo la relazione: io e l’ambiente

E’ stata presentata domenica 12 maggio all’Orto Botanico, durante la Festa del Roseto, la seconda edizione del Festival della sostenibilità ambientale economica e sociale, promosso dall’ Ass. Magia Verde Onlus e dalla Coop. Onlus Cambiamo con il patrocinio del Comune di Pavia e del CSV sezione Pavia.

Per conoscere il programma completo visita il sito:

http://www.vivipavia.it/site/home/eventi/festival-sostenibile-2019.html

16698_170_festival620

La collezione di rose dell’Orto Botanico

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’Orto Botanico dell’Università di Pavia possiede una ampia collezione di rose, iniziata probabilmente già dai tempi della sua fondazione (1773), continuata nell’800, e che ha avuto un decisivo sviluppo negli anni ’50 ad opera del direttore prof. Ciferri. La collezione sembra sia nata inizialmente con lo scopo di scambiare semi di specie botaniche (cioè specie selvatiche presenti in natura, che si propagano appunto tramite semi) con altri orti botanici, e si è poi arricchita di specie ibride, ottenute in coltura.

La attuale sistemazione del roseto, collocato nel lato sud dell’Orto Botanico, lungo via Scopoli, risale a un progetto degli anni ’80 sviluppato in relazione agli scopi istituzionali dell’Orto Botanico, riassumibili nella necessità di dare dimostrazioni concrete agli studenti dei corsi di botanica sistematica e di offrire informazioni specialistiche ai visitatori degli Orti Botanici universitari.

Dal nuovo roseto doveva quindi apparire evidente la tendenza a produrre varietà coltivate con una maggiore durata della fioritura, capaci di resistere all’aperto nei giardini europei, con una maggiore varietà di colori rispetto alle rose selvatiche della nostra flora spontanea.
L’ordinamento delle specie spontanee nell’Orto fu basato su un “sistema naturale” del genere Rosa che raggruppa le specie per parentela in sezioni diverse utilizzate nella classificazione botanica specialistica. A ciascuna di queste sezioni furono fatte corrispondere le discendenze di ibridi che manifestano ancora i caratteri originali, raggruppati comunemente sotto il nome di “rose antiche”. In un reparto di “rose modeme” furono previste rappresentanzed egli ultimi processi di mescolanza dei caratteri di varia provenienza, quindi non più riferibili alle suddivisioni della classHcazione naturale, ma ordinati h una ciassi6icazione del tutto artificiale.
Alla nuova collezione di rose fu quindi affidato il compito di dimostrare i caratteri comuni del genere Rosa attraverso diverse specie della flora spontanea euroasiatica e di collegare questa base naturale, sempre osservabile in natura, con le varietà ibride prodotte dai diversi rosaisti in epoche diverse.

L’attuale sistemazione prevede: nelle aiuole marginali, circa 120-130 specie e ibridi naturali rappresentantil delle dieci sezioni del genere Rosa(Eurosa) e dei generi Hulthemia e Hulthemosa (genere ibrido), nelle aiuole centrali da 120 a 130 rose antiche , e circa 100 rose moderne, nella zona verso viale Gorizia, come descritto nella mappa riportata sotto:

12 maggio 2019: Festa del Roseto

rosa roseto

Torna all’Orto Botanico dell’Università di Pavia la “Festa del Roseto”, organizzata dall’Associazione Amici dell’Orto Botanico, in collaborazione con la Biblioteca della Scienza e della Tecnica, con il Sistema Museale, il Dipartimento di Scienze della Terra e dell’Ambiente e con la Rete degli Orti Botanici della Lombardia.

FESTA DEL ROSETO
e mercato di “Rose Rifiorentissime”
domenica 12 maggio
10:00-12:00 15:00-18:00

Orto Botanico dell’Università di Pavia
Via S. Epifanio, 14

Programma:

  • 9:30-12:00: “Io dipingo en plain air” laboratorio artistico sotto gli alberi, a cura di Rosina Tallarico, dell’Associazione “Il mondo gira”, nell’ambito dell’iniziativa REST-ARTEinCITTA, (informazioni e iscrizioni scrivendo a bst@unipv.it o mandando sms a 3298056578) maggiori dettagli qui.
  • dalle 10:00-12:00: visita libera alle collezioni e apertura della mostra mercato
  • 15:00: esibizione di balletto classico della scuola ASD Dancer’s Dream in giardino (leggi di più qui)
  • 16:00: visita guidata al roseto e alle altre collezioni
  • 17:00: presentazione del Festival “RisvegliAmo la relazione: io e l’ambiente
  • 17:15: “Semi”, Spettacolo teatrale di Francesca Marchegiano, con Stefano Dragone (approfondimenti qui)
  • a seguire: aperitivo offerto dal “Festival della sostenibilità ambientale, economica e sociale”

Per tutta la durata dell’evento:

  • Competizione: La più bella Rosa con premiazione alla fine della giornata.
  • Mostra del roseto e mercato di “Rose Rifiorentissime” provenienti dall’omonimo vivaio del bresciano (maggiori informazioni qui) davanti alla banca del Germoplasma.

In Biblioteca:

  • “Natura ed artificio in biblioteca”, esposizione di opere polimateriche di Rosina Tallarico, fino al 31 maggio. Maggiori dettagli qui.
  • esposizione di Antichi Erbari sul tema delle rose
  • mostra fotografica in memoria del socio Giuseppe Gregorelli, fino al 31 maggio (maggiori informazioni qui)

Domenica 28 ottobre Autunno in Orto: Acquerello botanico e piante tropicali

autunno-e1540628792952.jpgUna bella idea per dare smalto a una domenica piovosa:

Laboratorio autunnale di acquerello botanico con Daniela Passuello
e
con i giardinieri alla ricerca di piante tropicali e non solo

Domenica 28 ottobre
ore 10 – 13
Orto Botanico dell’Università di Pavia
Via S. Epifanio 14 PAVIA

Evento “Andiamo, … pullular vedrai entro tepide celle dono di navi peregrine: stanno le prede di più climi in pochi solchi”, nell’ambito di Itaca migranti e viaggiatori – Festival del Turismo Responsabile

A cura dei giardinieri dell’Orto Botanico, del Sistema Museale, e della Biblioteca della Scienza e della Tecnica.

Vai alla pagina degli Eventi

30° Mostra dei funghi – 7/8 ottobre 2018

funghi

Con l’arrivo dell’autunno all’Orto Botanico di Pavia, domenica 7 e lunedì 8 ottobre, torna puntuale la Mostra dei Funghi del territorio con oltre 300 specie fungine raccolte dagli esperti del Gruppo Micologico Pavese nel Parco del Ticino e sull’Appennino pavese, sino ai confini con quello ligure.

30°Mostra dei funghi

Domenica 7 e Lunedì 8 Ottobre 2018
Porticato interno dell’Orto Botanico di Pavia – Via Sant’Epifanio, 14

Domenica 7 Ottobre: Ore 9 – 12.30 e 14.30 – 18 Ingresso Libero
Lunedì 8 Ottobre: Ore 9.00 – 12.30 dedicato alla visita delle scolaresche

Organizzata a più mani, quest’anno la mostra offre, oltre all’esposizione dei funghi e alle visite guidate per le scolaresche (da prenotarsi per l’8 ottobre al mattino al n. 0382 439201 del CREA comunale) un nutrito programma per la domenica 7:

  • Esposizione dei prodotti di MICONET s.r.l., spin off accademico dell’Università di Pavia.
  • La Rete degli Orti Botanici di Lombardia, è presente con un piccolo stand con materiale per proporre l’iniziativa “SEMIAMI piantami” che invita a seminare nel proprio giardino o balcone piante autoctone lombarde.
  • Ci sarà UNIVERSITIAMO by UNIPV che propone di illuminare il giardino con l’energia emessa dalle piante con il progetto RisVolta.
  • In collaborazione con la Biblioteca della Scienza e della Tecnica saranno esposti gli antichi erbari e la collezione di licheni proposta da Gabriele Gheza e Francesca Virelli.
  • L’Orto Botanico come Sistema Museale di Ateneo ospita in aula di consultazione l’illustratrice botanica Carla De Fanti che propone un workshop a carattere naturalistico.
  • L’Associazione Amici dell’Orto Botanico di Pavia esporrà le fotografie del socio Giancarlo Ripa a carattere micologico (funghi), la socia Lorenza Lombardi mostrerà le opere di fiori pressati in cornice e l’oggettistica la mostra della Storia dell’Orto nel grottino dell’Orto Botanico.
  • Sarà presente lo stand informativo di TicinoEcoMarathon.

Alle ore 10:00 e alle ore 15:00 visite guidate al giardino botanico.

In aula A:

Alle ore 16:00 “I BOLETI”, relazione e immagini di Teresio Restelli del Gruppo Micologico Pavese.